select the language 

Safari kenya

Più di venti parchi abbelliscono il Kenya


Sono stati delimitati ben 24 parchi naturali dove non è concesso di vivere nemmeno alle tribù locali, e dove i ranger sono in continua lotta contro il bracconaggio e i cacciatori in cerca di avorio. Per ammirare la flora e la fauna originari del paese è quindi sufficiente prendere parte a un safari organizzato, in pulmino, land-rover, a cavallo o addirittura in mongolfiera o a dorso di cammello: 10-15 giorni di avventura, non più come una volta per uccidere animali, ma per conservarne il ricordo con le migliori foto di cui siamo capaci. 


Tsavo  

il parco tsavo è stato innaugurato il 1 aprile 1948 con una superfice di 21.000 kmq è il piu grande parco del kenya.

Questa regione arida ampia si trova approssimativamente a metà strada fra Nairobi e l'Oceano Indiano, con la strada da Nairobi-Mombasa e la ferrovia che divide il parco, da nord-ovest al sud-est, in due sezioni principali.  Image Tsavo è la più grande destinazione di safari del Kenia ed uno di più grandi santuari della fauna selvatica nel mondo! Un safari di Tsavo è la destinazione ideale per la gente che cerca la solitude e la segretezza così come la probabilità esplorare la savana. è inoltre un safari ideale per quelli che rimangono sul litorale Sul safari in Tsavo vedrete grandi greggi di elefanti nella polvere rossa sottile sono interessanti le caratteristiche geografiche a Tsavo, compreso le cascate di Lugard, permette di osservare gli ippopotami, i barbels ed i coccodrilli Il monte Kilimanjaro domina all'orizzonte occidentale ed è una vista spettacolare dall'altro lato delle pianure.


Masai Mara


A 150 chilometri da Nairobi c'è Narok, il centro principale del distretto dei Masai; da qui si parte verso la riserva di Masai Mara, una delle più ricche e interessanti del paese (periodo migliore: fine agosto - fine novembre) appendice settentrionale del parco tanzaniano di Serengeti. Masai Mara presenta forse i immagini più spettacolari del Kenya: le migrazioni periodiche di più di un milione di animali alla ricerca di nuovi pascoli. La fauna, naturalmente, è da documentario: dalle antilopi alle gazzelle, dai leopardi ai leoni


Amboseli National Reserve
L'Amboseli Reserve, che occupa le pendici del maestoso Kilimangiaro (5.895 m) è famoso per i suoi ghepardi, le ampie savane, le foreste di acacie, le paludi, i massicci rocciosi e infine la zona del lago Amboseli (oggi ridotto a un'estesa superficie salina) dove sono frequenti fenomeni come le tempeste di sabbia e i miraggi. La zona era la preferita da scrittori come Hemingway o Ruark, alla ricerca di esperienze per i loro racconti sulla caccia grossa, e qui è ambientato 'Le nevi del Kilimangiaro'.
Certo, il paesaggio di Amboseli è davvero unico: 400 kmq di zone laviche e palmizi, abitate da leoni, elefanti, rinoceronti, scimpanzé, bufali e vari animali più piccoli, inevitabilmente, prede. 

Rift Valley

La famosa Rift Valley (capoluogo Nakuru, a 155 chilometri da Nairobi) è una profonda fossa di origine vulcanica ricca di fiumi, laghi e parchi nazionali. La fessura della crosta è così netta e profonda da essere visibile chiaramente anche dallo spazio! Da vedere c'è tantissimo: le migrazioni primaverili di uccelli sul lago Turkana, la folta foresta pluviale di Kongelai, i coccodrilli e gli splendidi volatili del lago Baringo, il sito preistorico (con museo all'aperto) di Hyrax Hill, i soffioni e geyser di Hell's Gate, il vasto cratere del vulcano Menengai, il celebre Parco del lago Nakuru, dove nidificano fenicotteri, pellicani e cormoran 


La riserva nazionale Samburu 

è una piccola area naturale protetta del Kenya. Si trova nel Kenya centrale, a nord del fiume Ewaso Nyiro, e include i monti Koitogor e Ololokwe. Copre un'area complessiva di 165 km². Forma un sistema di tre parchi adiacenti insieme alla Buffalo Springs National Reserve e la Shaba National Reserve. La riserva si trova a nord dell'equatore, all'interno del distretto di Samburu. Il nome "Samburu" è quello della popolazione locale.

Aberdare

Il Parco Nazionale di Aberdare, che costituisce parte degli altipiani keniani, giace a nord di Nairobi e offre uno scenario singolare, che non viene tipicamente associato al Kenya. Alle estese pianure di savana del Maasai Mara si sostituiscono qui le colline coperte di una fitta foresta, con le imponenti vette del Monte Kenya che si ergono in lontananza, profondi burroni e un clima più fresco che si addice all'ambiente piacevolmente verdeggiante



Embu  

Alcuni luoghi di interesse includono la Riserva Nazionale di Mwea vicino alla città di Makima, le spedizioni di arrampicata sul Monte Kenya e il sito di riserva National Reserve e Karue Hill al largo della strada Embu-Runyenjes e 7 centrali idroelettriche popolari vicino alla città di Kiritiri. La fauna selvatica che si trova nella riserva nazionale di Mwea comprende ippopotami e coccodrilli, elefanti, zebre, impala, babbuini, scimmie, dollari d'acqua, istrici crestati e bufali, tra gli altri. Di fronte a Embu, il Monte Kenya è forse la caratteristica più accattivante. Oltre all'arrampicata in montagna, l'abbondanza di piante endemiche, animali selvatici e specie di uccelli è un'enorme attrazione per la montaga  

   Monte Kenya 

Il monte Kenya (Kirinyaga o Kerenyaga in gikuyu) è la più alta montagna del Kenya e la seconda più alta dell'Africa (dopo il Kilimangiaro). Si trova nel Kenya centrale, poco a sud dell'equatore, a nord-est di Nyeri e circa 160 km nord-est di Nairobi. Le vette più alte sono Batian (5.199 m s.l.m.), Nelion (5.188 m s.l.m.) e Lenana (4.985 m s.l.m.). Fu scalato per la prima volta da Halford John Mackinder. Il monte e la regione circostante costituiscono un'area naturale protetta, il Parco nazionale del Monte Kenya. Sul monte si trova una delle stazioni di monitoraggio atmosferico della Global Atmosphere Watch. Il sistema delle cime, che comprende sette picchi dotati di nome, ospita dodici ghiacciai, piccoli e in contrazione.


La Shimba Hills National Reserve  

è una piccola riserva nazionale nella provincia costiera del Kenya , a 33 km da Mombasa ea 15 km dalla costa. La riserva è un'area diforesta pluviale costiera, boschi e prati . È un'area importante per la biodiversità dellepiante : oltre il 50% delle 159 piante rare in Kenya si trovano nelle colline Shimba, comprese alcune specie in via di estinzione di cicadee e orchidee . È anche un sito di importanza nazionale per uccelli e farfalle . Si stima che ci siano circa 700 elefanti nella riserva. Questa popolazione è insostenibilmente alta - provoca danni significativi alla vegetazione, minacciando la flora in via di estinzione. Anche il conflitto tra umani ed elefanti ha raggiunto livelli critici. A nord della Riserva, il santuario degli elefanti di Mwaluganje è stato istituito per fornire un percorso per gli elefanti per lasciare il parco. Il resto del confine del parco è recintato per impedire agli elefanti di invadere terreni agricoli. Il Kenya Wildlife Service ha in programma di trasferire fino a 400 elefanti da Shimba al Tsavo East National Park nel 2005. Shimba Hills contiene l'unica popolazione del Kenya di Antilope nera . Ce ne sono circa 100 nel parco.